Il viaggio

Nella Divina Commedia, Dante Alighieri esordiva dicendo  “Nel mezzo del cammin di nostra vita” apprestandosi a narrare di un viaggio. Nella cultura greca, Ulisse intraprende un viaggio di ritorno verso casa e poi ancora Abramo, in quella ebraica, invece parte per non ritornare.

Il viaggio è la metafora della vita, e sempre più trova particolare spazio nella letteratura di tutti i tempi, nell’arte o nei testi delle canzoni, “si parte per dimenticare o per cercare un lungomare/per avere un’altra vita per e per poter ricominciare[…]/allontanarsi è conoscersi”, canta il cantautore romano Niccolò Fabi.

Un viaggio è verso la memoria, all’indietro, un altro è verso il futuro, verso il nuovo che entusiasma ma anche un po’ spaventa per la sua incertezza.

Passato e futuro, memoria e speranza.

Siamo tutti viaggiatori, c’è chi ha coraggio di saltare e iniziare e chi resta fermo e viaggia ogni giorno nella sua testa.

Non si può raccontare un viaggio senza averne mai fatto uno.

Zaino in spalla e biglietti in mano si parte. Un nuovo cielo, un nuovo paesaggio, nuovi odori e mille sapori. Tutto coinvolge i tuoi sensi.

Quasi 200 volte in volo, 350.000 km percorsi; milioni di persone incontrate, sguardi che s’incrociano, sorrisi che ti guardano…passo dopo passo, volo dopo volo, il mondo ti scorre dentro e tu scorri dentro esso.

Ed il prossimo viaggio?

Annunci

3 pensieri riguardo “Il viaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...